7 brani, 39 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Samarcanda è la canzone che nel 1977 porta all'attenzione del grande pubblico un anonimo professore di provincia. Col suo ritornello orecchiabile sul ritmo incalzante, come la fuga del protagonista soldato dalla morte, questo piccolo gioiello in apertura disegna l'atmosfera di tutto il disco. Le canzoni sono sette piccole storie di intensa poesia, con tono allegro, dissacrante, grottesco come in Vaudeville, in cui la tensione emotiva sfocia in divertissement e i momenti lirici sono calibrati da quelli più ironici, impreziosite dal violino di Branduardi.

NOTE DELLA REDAZIONE

Samarcanda è la canzone che nel 1977 porta all'attenzione del grande pubblico un anonimo professore di provincia. Col suo ritornello orecchiabile sul ritmo incalzante, come la fuga del protagonista soldato dalla morte, questo piccolo gioiello in apertura disegna l'atmosfera di tutto il disco. Le canzoni sono sette piccole storie di intensa poesia, con tono allegro, dissacrante, grottesco come in Vaudeville, in cui la tensione emotiva sfocia in divertissement e i momenti lirici sono calibrati da quelli più ironici, impreziosite dal violino di Branduardi.

TITOLO DURATA

Altri brani di Roberto Vecchioni