Note dalla redazione Francesco Gabbani ha capito di essere destinato alla musica aggirandosi fin da bambino tra gli scaffali del negozio di strumenti di famiglia. Scegliendo la rotta di un pop sintetico arricchito da guizzi di rock, la lucida ironia del carrarese si è fatta notare scattando nitide istantanee sulle abitudini e sui luoghi comuni dell’uomo medio, con preghiere laiche e solari immagini linguistiche. Una scrittura disinvolta che non manca di fare il punto sull’amore e di raccogliersi nella malinconia dei ricordi, mentre l’attitudine dell’artista sa valorizzare anche la lezione di Adriano Celentano.

3:25
 
3:05
 
3:35
 
3:37
 
3:17
 
3:09
 
3:20
 
3:25
 
3:03
 
3:22
 
2:51
 
3:30
 
3:16
 
3:26
 
3:20
 
3:26
 
3:18
 
3:04
 
3:39
 
3:15
 
3:23
 
3:11
 
2:43
 

Artisti in primo piano