Diodato
Diodato

Diodato

Informazioni su Diodato

Nato ad Aosta nel 1981 e cresciuto a Taranto, Antonio Diodato si tuffa nel mondo della musica a Stoccolma, prestando la voce a una compilation lounge al fianco di Sebastian Ingrosso e Steve Angello, futuri fondatori degli Swedish House Mafia. Una volta tornato in Italia e completati gli studi presso il DAMS di Roma Tre, nel 2007 pubblica un EP autoprodotto che attira l’attenzione degli addetti ai lavori. Devono però passare altri cinque anni prima che E forse sono pazzo offra un assaggio del fascino di una formula pop rock rivolta all’introspezione e costruita attorno a un timbro limpido ed espressivo. Il secondo posto nella sezione Nuove proposte del 64esimo Festival della canzone italiana fa da preludio all’uscita di un disco di cover in cui il cantautore rende omaggio alla grande tradizione melodica di casa, reinterpretando con la consueta classe brani di artisti quali Domenico Modugno e Lucio Dalla. Le collaborazioni con Daniele Silvestri e Boosta e la terza fatica in studio precedono il debutto sul palco dei big a Sanremo, che arriva nel 2018 insieme a Roy Paci sulle note di ‘Adesso’. Dopo una parentesi da attore, il feeling con la kermesse viene confermato due edizioni più tardi, quando con ‘Fai rumore’ arriva finalmente il prestigioso trionfo sotto i riflettori dell’Ariston, traguardo che anticipa l’atteso ritorno in sala di registrazione, culminato nelle variazioni di Che vita meravigliosa (2020).

Artisti simili