11 brani, 40 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Per la seconda volta in carriera impegnata in una sequenza di brani completamente cantati in italiano, Elisa invita a sfogliare le pagine di un quaderno privato che si apre con il levare di ‘Tutta Un’Altra Storia’ e chiude il sipario sul prestigioso duetto con Francesco De Gregori. La musicista triestina appunta pensieri e sentimenti sfoggiando un’invidiabile sicurezza tecnica e interpretativa: firmata anche da Calcutta, la melodia di ‘Se Piovesse Il Tuo Nome’ e gli impeccabili climax della ballata orchestrale ‘Anche Fragile’ sono solo due apici di una raccolta intima e personale.

NOTE DELLA REDAZIONE

Per la seconda volta in carriera impegnata in una sequenza di brani completamente cantati in italiano, Elisa invita a sfogliare le pagine di un quaderno privato che si apre con il levare di ‘Tutta Un’Altra Storia’ e chiude il sipario sul prestigioso duetto con Francesco De Gregori. La musicista triestina appunta pensieri e sentimenti sfoggiando un’invidiabile sicurezza tecnica e interpretativa: firmata anche da Calcutta, la melodia di ‘Se Piovesse Il Tuo Nome’ e gli impeccabili climax della ballata orchestrale ‘Anche Fragile’ sono solo due apici di una raccolta intima e personale.

TITOLO DURATA

Valutazioni e recensioni

3.8 su 5
195 valutazioni

195 valutazioni

leon73 ,

🙄

Che amarezza...che tristezza...che lagna...che canzonette ridicole! Con questa bella premessa dico che partecipare ad amici le ha fatto prorio male...non ha più un’identità. Sembra una cantante uscita da un talent e costretta a fare canzonette da talent. Elisa riprenditi e torna a fare quella fantastica musica di 15/20 anni fa’...quella si’ che era arte...

JOLEONS ,

La voce

Devo ammettere che a fatica sono riuscito a sentirlo fino alla fine.
Speravo di trovare qualcosa dell’artista che ho amato agli esordi..ma purtroppo nulla, a parte la voce.
Alcuni passaggi sono a dir poco imbarazzanti.
Un vero peccato.

ThemusicIlike ,

Oddio è imbarazzante

Ricordo quando andai al concerto di Elisa l’anno che uscì Pipes & Flowers. Ricordo la particolarità di Asile’s world e la magia incredibile di Then Comes The Sun. Questo album non sembra neanche suo a confronto, sembra di quelle cantanti di Amici che sfornano un disco durante il programma e poi spariscono. Inconsistente.

Altri brani di Elisa