Note dalla redazione La carica emotiva data dalla speranza di un nuovo capitolo riempie l’aria e le sedute di un Musikverein lussuosamente spettrale, che la pandemia non è riuscita a zittire. Per la sesta volta sul podio del concerto d’inizio anno, Riccardo Muti trascina la Filarmonica di Vienna in uno spumeggiante programma di walzer, marce e polke che rinnova una tradizione stabilita nel 1939: la dinastia Strauss e contemporanei come Franz von Suppé e Karel Komzák, Jr. sono i protagonisti di una scaletta familiare che non può prescindere da classici quali ‘An der schönen, blauen Donau’ e la ‘Radetzky-Marsch’.

3:04
 
2
11:10
 
3:04
 
4
1:53
 
7:40
 
2:01
 
7
10:41
 
8
8:16
 
3:19
 
2:02
 
11
7:39
 
12
4:11
 
13
4:14
 
13:03
 
15
2:15
 
2:22
 
17
3:37
 
18
10:54
 
3:13
 

Altro da Riccardo Muti & Filarmonica di Vienna

In primo piano su