Note dalla redazione Un ibrido di rock, elettronica e lirismo si affaccia sul quarto album dei Negramaro. I salentini declinano una ricercata poetica tra arrangiamenti barocchi, giochi di sintetizzatori e sequenze ritmiche, effondendo carezze melodiche e trapuntando fra corde metalliche e batterie anche il suono di un clavicembalo. Abbinamenti di pianoforte e archi convivono così con la sferzata muscolare di ‘Via le mani dagli occhi’, mentre l’ugola di Giuliano Sangiorgi esplora vette di virtuosismo. 

BRANO
La distrazione
1
3:48
 
Giuliano poi sta male
2
3:30
 
Parlami d'amore
3
3:19
 
Un passo indietro
4
3:55
 
L'immenso
5
3:34
 
La finestra
6
3:43
 
Quel posto che non c'è
7
3:34
 
Neanche il mare
8
4:00
 
E ruberò per te la luna
9
2:59
 
Cade la pioggia (feat. Lorenzo Jova Cherubini)
10
6:07
 
Via le mani dagli occhi
11
3:47
 
Una volta tanto (Canzone per me)
12
4:23
 
Tu ricordati di me
13
3:17
 
È così
14
4:22
 
Pelle e calamaio (Ghost Track)
15
7:22
 
La distrazione (Bonus Track)
16
4:33
 

Video

Altro da Negramaro

In primo piano su

Altri album che ti potrebbero piacere