4 brani, 40 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

I Can abbandonano buona parte delle tensioni dell’album precedente per costruire lunghe suite e mettere in risalto i tratti più ambient del proprio stile, che trovano l’apice nella maestosa ‘Bel Air’ e una virata nel modello pop del singolo ‘Moonshake’. La voce di Damo Suzuki, alle battute finali con la band, si riduce talvolta a un sussurro estatico, affiancando strati di tastiere e ritmiche rarefatte nella creazione del clima di relax trascendentale che pervade la quasi totalità del lavoro.

NOTE DELLA REDAZIONE

I Can abbandonano buona parte delle tensioni dell’album precedente per costruire lunghe suite e mettere in risalto i tratti più ambient del proprio stile, che trovano l’apice nella maestosa ‘Bel Air’ e una virata nel modello pop del singolo ‘Moonshake’. La voce di Damo Suzuki, alle battute finali con la band, si riduce talvolta a un sussurro estatico, affiancando strati di tastiere e ritmiche rarefatte nella creazione del clima di relax trascendentale che pervade la quasi totalità del lavoro.

TITOLO DURATA

Altri brani di Can

Ti potrebbe piacere