12 brani, 35 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Sul finire del millennio, i blink-182 hanno scardinato le porte del mainstream incanalando la foga provocatoria del punk su binari melodici orecchiabili. La batteria acrobatica di Travis Barker procede a passo spedito su cavalcate ritmiche, scontrandosi con riff elettrici rampanti e linee vocali trascinanti. Mentre la spensieratezza adolescenziale di hit planetarie come ‘All the Small Things’ e ‘What’s My Age Again?’ domina la scena, ‘Adam’s Song’ scava una toccante voragine esistenziale.

NOTE DELLA REDAZIONE

Sul finire del millennio, i blink-182 hanno scardinato le porte del mainstream incanalando la foga provocatoria del punk su binari melodici orecchiabili. La batteria acrobatica di Travis Barker procede a passo spedito su cavalcate ritmiche, scontrandosi con riff elettrici rampanti e linee vocali trascinanti. Mentre la spensieratezza adolescenziale di hit planetarie come ‘All the Small Things’ e ‘What’s My Age Again?’ domina la scena, ‘Adam’s Song’ scava una toccante voragine esistenziale.

TITOLO DURATA

Altri brani di blink-182