11 brani, 51 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

È il successo di un brano dalla folgorante semplicità come ‘Mr. Jones’ a trascinare August and Everything After nella fascia dei debutti più riusciti degli anni ’90. Le poetiche pennellate evocate dalla tormentata voce di Adam Duritz offrono alla produzione firmata da T Bone Burnett un immaginario di cromie emozionali. Un vago sentore post-punk si scioglie negli stilemi di un rock classico che i Counting Crows declinano in galoppanti uptempo e ballate uggiose.

NOTE DELLA REDAZIONE

È il successo di un brano dalla folgorante semplicità come ‘Mr. Jones’ a trascinare August and Everything After nella fascia dei debutti più riusciti degli anni ’90. Le poetiche pennellate evocate dalla tormentata voce di Adam Duritz offrono alla produzione firmata da T Bone Burnett un immaginario di cromie emozionali. Un vago sentore post-punk si scioglie negli stilemi di un rock classico che i Counting Crows declinano in galoppanti uptempo e ballate uggiose.

TITOLO DURATA

Altri brani di Counting Crows